Interventi urbani

Gli interventi urbani di Ratatà 2016

L’esplorazione dei differenti aspetti del disegno prosegue anche quest’anno tramite interventi urbani di artisti murali che ridisegnano superfici cittadine e luoghi del festival.
Grazie alla collaborazione tra RatatàPOP UP! Arte Contemporanea nello Spazio Urbano, le Marche si arricchiscono di nuove opere d’Arte Urbana per mano degli artisti HitnesLui Gig, Andrea Casciu, Geometric Bang, Patrizia Mastrapasqua, ampliando l’itinerario-galleria d’arte pubblica POP UP! TOUR che ad oggi conta 24 opere d’arte di artisti internazionali disseminate su tutto il territorio regionale.

Hitnes
Nato a Roma nel 1982. Da sempre disegnatore. Nel 1996 inizia a dipingere su parete in tutto il mondo.
Dal 2001 intraprende la carriera artistica partecipando a diversi festival, mostre collettive e personali, workshop ed eventi artistici, in Europa, U.S.A., Australia, Messico, Cina, Russia …
Dal 2002 lavora come illustratore freelance, serigrafo ed incisore.
Molti dei suoi lavori possono essere trovati in pubblicazioni internazionali.

04952349d9ca92dc6f6d7aa601771d41a050860105b04442ef5947af0c2f

Luigi Loquarto aka gig
Luigi Loquarto aka gig, classe 1982, è un artista italiano; vive e lavora a Trani in Puglia. La sua produzione spazia dai wall paintings alla pittura su tela e al disegno su carta. La sua ricerca artistica è fortemente contraddistinta dal richiamo alla natura; essa è presente tanto nelle prime opere figurative, dove si arricchisce di elementi simbolici, quanto negli ultimi lavori, dove la pittura si sposta verso una sintesi maggiormente astratta, svelando una geometria organica che attribuisce nuove forme agli elementi naturali.

aee5307b2f7c25d92470549b93a56c ba977996950f64bf0f7e4d9a6a33ca

Andrea Casciu
Classe 1983, Andrea Casciu è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Sassari. Vive e lavora a Bologna.
Attraverso l’indagine delle piccole mutazioni che il tempo opera sul corpo, Andrea Casciu approfondisce un’analisi introspettiva mediata dal disegno, studiando il rapporto dell’Uomo con la propria immagine. Manovrando abilmente nello spazio di azione dell’autoritratto, l’artista scatena un duplice innesco empatico. Nei suoi lavori trapela il desiderio di immedesimarsi, di entrare, ma sempre in punta di piedi, nel nucleo più intimo della gente. Allo stesso tempo, ogni persona può percepirsi nei volti iconici che dipinge, in un gioco di dissolvenze che sfida l’anestesia generale del mondo in cui viviamo. Le variazioni del volto di Andrea, che appaiono nelle strade, ci spingono a considerare i suoi murales come fossero specchi, a confrontarci con il nostro stesso riflesso, ma anche con quello di un ego planetario, condiviso e allargato. Una sovversione della quotidianità affrontata in modo ironico, sulla sottile linea di confine che separa singolo e moltitudine.
[Testo di Antonella Perazza]

dbb2e8790a6a88c02380c1189451cc eeca10b049b43b787b38a06a8bdbfc

Geometric Bang
Nasce a Lodi. Il suo percorso inizia con l’incontro, nel 1998,  con il mondo dei graffiti, grazie a molti e importanti writer che vivono e frequentano la città di Lodi. Lʼinzio è dedicato allo studio delle lettere,che abbandona dopo poco tempo,per dedicarsi allo studio dei personaggi. Qui sviluppa la sua attenzione verso i volti,le mani,gli animali e inizia a dedicare molta attenzione allo studio e lʼimportanza del colore.
Nel 2006 frequenta una scuola di grafica e illustrazione; uesto lo porta,ancora di più,a sviluppare una forte bidimensionalità nel disegno, il suo lavoro si basa molto sul colore,sullo studio delle forme e delle texture. Ciò si mescola con personaggi, animali, piante, oggetti, che vanno a definire e caratterizzare lʼimmaginario dellʼartista.
Sviluppa il suo percorso in diversi ambiti: il muralismo, la grafica, l’illustrazione, la fotografia e la musica.
Dal 2006 ad oggi ha partecipato a diverse esposizoni in Italia,Francia,Germania, Spagna,Russia, Cina,America,Sud Africa.
Ha lavorato per clienti come: Campari,Fabriano,/LAM,Pigmenti,Art Kitchen,Island Fold,Grauen Studio Gallery,Home Page Festival,Klebstoff Magazine,Picame Magazine.

6c91c53582c303f18182a231eaca5e df7a6dfc238b223457d4bc88ed064a

Patrizia Mastapasqua
Pugliese, classe 1985. Dopo la laurea in Decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Bari, nel 2012 frequenta il Master di illustrazione per l’editoria presso il MiMaster, a Milano. Ora vive in Puglia dove lavora come illustratrice freelance nel coworking Andriese Nucleo.
Le sue illustrazioni sono dirette, minimaliste, e popolate da figure evocative mimetizzate tra i colori pastello pronte a spiazzare l’osservatore. Non limita il suo lavoro di illustratrice alla stampa ed al digitale, passa con disinvoltura dalla ceramica alla street art.
Adora gli agrumi, cammina a passo svelto, pedala lentamente e preferisce lavorare con i raggi del sole.

381c9895950d048632aba465dc17ad

Annunci